ultimi ordini

  •  
    Carmen, St. Marein im Mürztal, Austria
  •  
    Doris, Donnerskirchen, Austria
  •  
    Rolando, Innsbruck, Austria
  •  
    sonja, Vichte, Belgium
  •  
    Maria , Arbon, Switzerland
  •  
    Michal, Kardašova Řečice, Czech Republic
  •  
    Bernhard, Leverkusen, Germany
  •  
    Andreas , Viersen , Germany
  •  
    olivier, københavn, Denmark
  •  
    Fortunato, Villosilla de la Vega, Spain
  •  
    karim, La courneuve, France
  •  
    dimitrios, maleviziou, Greece
  •  
    Θεόδωρος, Αθηνα, Greece
  •  
    KIRIAKOS, HERAKLION, Greece
  •  
    Ágó, Érd, Hungary
  •  
    Alessandro, Collevecchio, Italy
  •  
    Mirco, Rimini, Italy
  •  
    Wendy, Hauwert , Netherlands
  •  
    RRJ, DIDAM, Netherlands
  •  
    Luis Manuel , Lisboa, Portugal
  •  
    Carlos , CEPÕES - VISEU, Portugal
  •  
    Guilhermina, Jovim, Portugal
  •  
    Flavia , Petrila , Romania
  •  
    suncica, cesljeva bara, Serbia
  •  
    Miljana, Novi Beograd, Serbia
  •  
    Andrew Kentaro, Stockholm, Sweden
  •  
    Мария, Киев, Ukraine
  •  
    Andrew, Mariupol, Ukraine
  •  
    Dino, Seattle , United States
  •  
    esmir, Monticello, United States

Fungo Mycelium


Micelio de Tartufo Bianco (Tuber melanosporum)

Micelio de Tartufo Bianco...

Prezzo 17,01 €
,
5/ 5
<h2><strong>Micelio de Tartufo Bianco (Tuber magnatum)</strong></h2> <h2><span style="color: #ff0000;"><strong>Prezzo per Pacchetto di 30, 50 ml.</strong></span></h2> <p><b><i>Tuber magnatum</i>&nbsp;</b><span>(Pico, 1788) chiamato volgarmente&nbsp;</span><b>Tartufo bianco</b><span>.</span></p> <h2><span class="mw-headline" id="Aree_di_raccolta">Aree di raccolta</span></h2> <p>Il tartufo bianco è molto diffuso nell'area di&nbsp;Alba&nbsp;(CN) dove si svolge annualmente la più antica Fiera del Tartufo bianco. Poco lontano dalla cittadina piemontese, precisamente nel&nbsp;Castello di Grinzane Cavour, ogni anno si tiene l'Asta Mondiale del Tartufo bianco d'Alba.</p> <p>Comunque tutto il Sud Piemonte, vale a dire&nbsp;Langhe,&nbsp;Roero,&nbsp;Monferrato&nbsp;e&nbsp;Monregalese, è ricco di tartufi bianchi. Altre regioni d'Italia che vantano la raccolta dello stesso prodotto sono in particolare l'Appennino tosco-emiliano&nbsp;e l'Appennino umbro-marchigiano, le&nbsp;Crete senesi&nbsp;e i boschi planiziali di&nbsp;Muzzana del Turgnano<sup id="cite_ref-2" class="reference">[2]</sup>, nella&nbsp;Bassa Friulana.</p> <p>In particolare, ampia diffusione si registra nella zona dell'Alta&nbsp;Umbria&nbsp;e della&nbsp;provincia di Pesaro-Urbino, che hanno come riferimento il mercato di&nbsp;Acqualagna&nbsp;(PU), il più importante d'Italia dopo quello di Alba. Altre importanti fiere si svolgono durante il mese di ottobre a&nbsp;Sant'Angelo in Vado&nbsp;e a novembre ad&nbsp;Amandola&nbsp;nelle Marche e a&nbsp;Città di Castello&nbsp;e&nbsp;Gubbio, in Umbria nel mese di novembre.</p> <p>In Toscana rinomato è il&nbsp;Tartufo bianco delle Colline&nbsp;Sanminiatesi&nbsp;che da circa 40 anni celebra in novembre la sua Fiera Nazionale.</p> <p>Anche il&nbsp;Molise&nbsp;è considerato una delle prime regioni per la crescita e la raccolta di tartufo bianco pregiato. Le zone molisane di maggiore raccolta sono quelle ricadenti nei comuni di&nbsp;Frosolone,&nbsp;Spinete&nbsp;e&nbsp;San Pietro Avellana, dove ogni anno si tiene una sagra del tartufo.</p> <p>In Campania, particolarmente pregiato il tartufo bianco raccolto nel comune di San Leucio del Sannio in provincia di Benevento.</p> <p>Fuori dall'Italia, è possibile trovarlo anche in&nbsp;Istria&nbsp;(attualmente divisa tra Croazia e Slovenia), più precisamente nella foresta di&nbsp;Montona&nbsp;(in croato&nbsp;<i>Motovun</i>).</p> <h2><span class="mw-headline" id="Descrizione_della_specie">Descrizione della specie</span></h2> <h3><span class="mw-headline" id="Corpo_fruttifero">Corpo fruttifero</span></h3> <p>2–9&nbsp;cm, globoso, irregolare, vellutato, color ocra.</p> <h3><span class="mw-headline" id="Peridio">Peridio</span></h3> <p>Con superficie liscia, di colore giallo ocra o giallo-oliva, a volte anche grigio-verdastro. Fine estate autunno ed inverno</p> <h3><span class="mw-headline" id="Gleba">Gleba</span></h3> <p>Bianca, di aspetto marmorizzato, con l'età assume colorazione a macchie rossastre su fondo grigio.</p> <ul> <li><b>Odore</b>: intenso con toni che ricordano il&nbsp;tetraidrotiofene&nbsp;(utilizzato per l'odorizzazione&nbsp;del gas&nbsp;metano&nbsp;destinato alla distribuzione domestica) o il formaggio fermentato.</li> </ul> <h3><span class="mw-headline" id="Microscopia">Microscopia</span></h3> <dl> <dt>Spore</dt> <dd>ovoidali, reticolate, 32-45 x 30-40 µm, gialle in massa</dd> <dt>Aschi</dt> <dd>da mono a tetrasporici, 60-120 x 40-100 µm, globosi, a volte sub-peduncolati</dd> </dl> <h2><span class="mw-headline" id="Habitat">Habitat</span></h2> <p>Fungo simbionte, ipogeo, cresce interrato alle profondità che possono andare da pochi cm. fino a oltre il metro in associazione con latifoglie (Pioppi, Tigli, Querce ecc.) in terreni argillosi, spesso lungo corsi d'acqua, a fine estate-autunno-inverno.</p> <h2><span id="Commestibilit.C3.A0"></span><span class="mw-headline">Commestibilità</span></h2> <p>Commestibile.</p> <h2><span class="mw-headline" id="Sinonimi_e_binomi_obsoleti">Sinonimi e binomi obsoleti</span></h2> <ul> <li><i>Tuber griseum</i></li> <li><i>Tuber album</i></li> </ul> <h2><span class="mw-headline" id="Nomi_comuni">Nomi comuni</span></h2> <div class="thumb tright"> <div class="thumbinner"><img alt="" src="https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/5/51/Tuber_Magnatum_Pico.jpg/350px-Tuber_Magnatum_Pico.jpg" class="thumbimage" width="350" height="236"> <div class="thumbcaption"> <div class="magnify"></div> Tartufo bianco</div> </div> </div> <ul> <li>Tartufo bianco, Tartufo di&nbsp;Alba, Tartufo del&nbsp;Piemonte, Tartufo di&nbsp;Acqualagna</li> <li><i>Italienische Trüffel</i>&nbsp;(<span><abbr title="tedesco">DE</abbr></span>)</li> <li><i>Trifola</i>&nbsp;(Lingua Piemontese&nbsp;e&nbsp;dialetto bolognese)</li> <li><i>Tartufola</i>&nbsp;(Lingua Veneta)</li> </ul> <h2><span class="mw-headline" id="Specie_simili">Specie simili</span></h2> <ul> <li>Choiromyces meandriformis</li> </ul> <h2><strong>Sinonimo: Tuber magnatum</strong></h2> <p><strong><span>You will need:</span></strong></p> <p><span>Mycelium - 1 pack.</span></p> <p><span>A tree in the suburban area (oak, beech or walnut).</span></p> <p><span>Ready-made soil for indoor plants with a high content of peat.</span></p> <ol> <li><span></span></li> </ol> <p><span>Moss, leaf litter, branches.</span></p> <p><strong><span>Growing method:</span></strong></p> <p><span>Favorable time for planting mycelium "Truffle Black" - from May to August.</span></p> <p><span>1.&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; Under the young deciduous trees (oak, beech, walnut) dig 3 holes with a diameter of 10 cm and a depth of 15 cm near the tree along the circumference.</span></p> <p><span>2.&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; The wells to half the depth should be filled with a compost prepared in advance - ground with a high content of peat, then decompose the pieces of composted mycelium into the wells, at the rate of 1/3 of the package per 1 hole. Cover the hole with compost to the brim, tightly seal.</span></p> <p><span>3.&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; Pour 1 liter of water gently and slowly through each hole. Also, moisten the soil around the wells, but already with plenty of water - at least 1 bucket per place. The soil on the plantation should not dry up. Cover the wells with a layer of moss, leaf litter, branches.</span></p> <p><span>4.&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; For the winter the plantation is covered with fallen leaves or straw. The fungus grows at a depth of 25-30 cm and is usually located in nests of 5-7 pieces.</span></p> <p><strong><span>Fruiting</span></strong></p> <p><span>25-30 year.</span></p> <p><strong><span>Productivity</span></strong></p> <p><span>Usually the harvest is 25-30 Fruits per year, per season from one tree. Per 1qm 3,5-4,5 kg.</span></p><script src="//cdn.public.n1ed.com/G3OMDFLT/widgets.js"></script>
P 401 W 30ml
Micelio de Tartufo Bianco (Tuber melanosporum)
  • Nuovo

Black Truffle Mycelium (Tuber melanosporum)

Micelio de Tartufo Nero...

Prezzo 17,00 €
,
5/ 5
<!DOCTYPE html> <html> <head> <meta http-equiv="Content-Type" content="text/html; charset=UTF-8" /> </head> <body> <h2><span style="color: #000000;"><strong>Micelio de Tartufo Nero (Tuber melanosporum)</strong></span></h2> <h2><span style="color: #ff0000;"><strong>Prezzo per Pacchetto di 60 ml.</strong></span></h2> <p><span>Il Tartufo è un fungo ipogeo (che vive sotto terra) a forma di tubero, che vive in simbiosi con le radici di alcune piante, quali, per esempio, la quercia, il tiglio, il nocciolo, il carpino e il pioppo.</span></p> <p><span>Ha una massa carnosa detta “gleba”, rivestita da una sorta di corteccia chiamata “peridio”. E’ costituito in alta percentuale da acqua, fibre e sali minerali, sostanze organiche fornite dall’albero con cui vive in simbiosi.</span></p> <p><span>Tartufo biancoLa forma dipende dalle caratteristiche del terreno in cui si sviluppa: un terreno morbido favorirà la crescita di un tartufo a forma sferica, mentre un terreno duro, pietroso e con molte radici, ne favorirà una forma bitorzoluta.</span></p> <p><strong><span>You will need:</span></strong></p> <p><span>Mycelium - 1 pack.</span></p> <p><span>A tree in the suburban area (oak, beech or walnut).</span></p> <p><span>Ready-made soil for indoor plants with a high content of peat.</span></p> <ol> <li><span></span></li> </ol> <p><span>Moss, leaf litter, branches.</span></p> <p><strong><span>Growing method:</span></strong></p> <p><span>Favorable time for planting mycelium "Truffle Black" - from May to August.</span></p> <p><span>1.            Under the young deciduous trees (oak, beech, walnut) dig 3 holes with a diameter of 10 cm and a depth of 15 cm near the tree along the circumference.</span></p> <p><span>2.            The wells to half the depth should be filled with a compost prepared in advance - ground with a high content of peat, then decompose the pieces of composted mycelium into the wells, at the rate of 1/3 of the package per 1 hole. Cover the hole with compost to the brim, tightly seal.</span></p> <p><span>3.            Pour 1 liter of water gently and slowly through each hole. Also, moisten the soil around the wells, but already with plenty of water - at least 1 bucket per place. The soil on the plantation should not dry up. Cover the wells with a layer of moss, leaf litter, branches.</span></p> <p><span>4.            For the winter the plantation is covered with fallen leaves or straw. The fungus grows at a depth of 25-30 cm and is usually located in nests of 5-7 pieces.</span></p> <p><strong><span>Fruiting</span></strong></p> <p><span>25-30 year.</span></p> <p><strong><span>Productivity</span></strong></p> <p><span>Usually the harvest is 25-30 Fruits per year, per season from one tree. Per 1qm 3,5-4,5 kg.</span></p> </body> </html>
P 401 B 30 ml
Black Truffle Mycelium (Tuber melanosporum)
  • Nuovo

Golden Oyster Mushroom Mycelium - Seeds (Pleurotus citrinopileatus)

Semi - Micelio dei Funghi...

Prezzo 4,50 €
,
5/ 5
<h2><strong>Semi - Micelio dei Funghi Oyster golden (Pleurotus Citrinopileatus)</strong></h2> <h2><span style="color:#f70303;"><strong>Prezzo per Pacchetto di 10 ml.</strong></span></h2> <p><span>Ghi  OAlimento genuino, ideale per chi deve limitare l’apporto calorico e non vuole rinunciare a ricette gratificanti. I funghi pleurotus citrinopileatus sono eccellenti come antipasto o perfino come portata principale.</span></p> <p><strong>Funghi Pleurotus citrinopileatus: proprietà, benefici, ricette</strong></p> <p><strong>L'ostrica d'oro, un fungo delicato e ricco di benefici</strong></p> <p><span>Detti anche "ostrica d'oro", i funghi Pleurotus citrinopileatus (di cui esiste una forma rosata dal nome Pleurotus Djamor) sono funghi Oyster, da sempre considerati un ricco alimento dotato di proprietà nutrienti e dall'eccellente sapore da unire con gustose pietanze. Esistono tre diversi varietà di questi funghi, i funghi Oyster classici, i funghi Oyster Golden e funghi Oyster Rosa.</span></p> <p><span>Si narra che già gli antichi egizi li adoperassero per i piatti più importanti destinati al faraone, e che in oriente li usassero come antibiotico naturale per curare malattie stagionali per i loro effetti benefici. Il Pleurotus ha un sapore che lo distingue dalle altre specie fungine, è molto delicato e non copre ma arricchisce ed esalta i sapori.</span></p> <p><strong>Proprietà e benefici</strong></p> <p><span>I 5 benefici che non ti aspetti del fungo Pleurotus Citrinopileatus</span></p> <p><span>Proprietà anti-age</span></p> <p><span>Alimento anti-iperglicemico (abbassa il colesterolo)</span></p> <p><span>Aumenta le difese immunitarie</span></p> <p><span>Perfetto per diete dimagranti</span></p> <p><span>Favorisce la digestione</span></p> <p><span>La sua lunga tradizione lo vuole famoso non soltanto per le indiscusse qualità culinarie, ma anche per le proprietà che lo rendono un alimento perfetto come anti-iperglicemico, ideale quindi per chi soffre di diabete o per chi deve limitare l’apporto calorico e ridurre l’apporto di zuccheri nella propria dieta.</span></p> <p><span>Il Pleurotus è da sempre utilizzato nella cucina orientale, ricca di alimenti vegetali e testione di un grande benessere fisico derivante dall’alimentazione. Recenti studi sui Pleurotus ne confermano le capacità antiossidanti, rendendoli alleati fondamentali nella lotta ai malanni stagionali e alla prevenzione dell’invecchiamento del sistema immunitario. Inoltre, le benefiche proprietà dei Pleurotus agiscono velocemente sull’organismo e combattono l’innalzamento del colesterolo.</span></p> <p><strong><span>Valori nutrizionali e calorie</span></strong></p> <p><span>I funghi Pleurotus citrinopileatus sono un'importante fonte di antiossidanti. Numerosi studi hanno evidenziato le proprietà di riduzione del colesterolo cattivo e dell'abbassamento dei lipidi nel corpo.</span></p> <p><span>Sono ottimi per rafforzare il sistema immunitario e particolarmente indicati per le diete ipocaloriche grazie al basso contenuto di grassi e di trigliceridi. Contengono numerosi elementi come: una grande quantità di proteine, gli otto amminoacidi essenziali, le vitamine B1, B2, B3, B5, la vitamina C e la vitamina PP.</span></p> <p><strong><span>Valori nutrizionali e calorie</span></strong></p> <p><span>I funghi Pleurotus citrinopileatus sono un'importante fonte di antiossidanti. Numerosi studi hanno evidenziato le proprietà di riduzione del colesterolo cattivo e dell'abbassamento dei lipidi nel corpo.</span></p> <p><span>Sono ottimi per rafforzare il sistema immunitario e particolarmente indicati per le diete ipocaloriche grazie al basso contenuto di grassi e di trigliceridi. Contengono numerosi elementi come: una grande quantità di proteine, gli otto amminoacidi essenziali, le vitamine B1, B2, B3, B5, la vitamina C e la vitamina PP.</span></p> <p><strong><span>Come riconoscere i funghi Oyster golden</span></strong></p> <p><span>I funghi Oyster golden crescono in raggruppamenti, soprattutto nelle parti legnose. Sono infatti funghi di decadimento di legna: si possono trovare su legno duro come l'olmo.</span></p> <p><span>Il colore di questa specie tende al giallo brillante e presenta un cappello vellutato che va da 20-65 mm di diametro. La carne della polpa è sottile e bianca, con un gusto delicato e senza un odore forte. Il gambo è cilindrico, di colore bianco, spesso curvo o piegato, ed è lungo circa 20-50 mm e spesso 2-8 mm. Le spore del fungo d'oro presentano una forma cilindrica o ellittica, liscia.</span></p> <p><span>I funghi d'ostriche d'oro sono alcuni dei funghi più coltivati, soprattutto in Cina, per la loro facilità di coltivazione e per il loro gusto raffinato.</span></p> <p><strong><span>Scheda di riconoscimento</span></strong></p> <p><span>Cappello: vellutato, 20-65 mm di diametro</span></p> <p><span>Gambo: cilindrico e curvo, bianco, 20-50 mm di lunghezza</span></p> <p><span>Colore: giallo acceso</span></p> <p><span>Gusto: delicato</span></p> <p><span>Ambiente: Legno duro</span></p> <p><span>Clima: umido</span></p> <p><strong><span>Coltivazione dei funghi Pleurotus citrinopileatus</span></strong></p> <p><span>La tradizione vuole il fungo Pleurotus coltivabile su substrati legnosi quali tronchi di albero abbattuto e in aree molto umide, preferibilmente dove la temperatura si attesta tra i 16 e i 20° senza particolari escursioni termiche. Una volta eseguita la semina occorrono circa due settimane perché i primi funghi Pleurotus spuntino. Essi vengono raccolti soltanto quando raggiungono la dimensione voluta della parte orecchiuta che va dai 20 ai 60 mm di diametro e quando la maturazione fa si che la colorazione del fungo e delle sue spore (che compaiono durante lo sviluppo sotto forma di polverina) diventi bianca. Una volta impiantati sono in grado di fruttificare per 4-5 anni mantenendo inalterate le proprietà che lo rendono famoso.</span></p> <p><strong><span>Origine</span></strong></p> <p><span>I funghi Pleurotus sono i più famosi funghi selvatici commestibili al mondo, originari della Russia orientale e delle regioni settentrionali della Cina e del Giappone, ora entrati a pieno titolo tra gli alimenti più diffusi e apprezzati anche nella cucina occidentale. Dai racconti e dalle leggende della tradizione orientale il nome del Pleurotus compare come palliativo ed efficace antibiotico naturale, utilizzato nella medicina alternativa, e soltanto in seguito divenne uno dei principali alimenti della cultura culinaria di quei paesi. Anche in Italia la coltivazione del Pleurotus vanta lunga tradizione, tanto da essere noto e riconosciuto con i nomi di gelone, orecchietta, ostricone, ma anche sbrisa e melina.</span></p> <p><strong><span>Come pulirli</span></strong></p> <p><span>Diversamente da altre tipologie di funghi, il Pleurotus può essere lavato velocemente con dell’acqua che evaporerà poi nella fase di cottura (questo se molto sporco a seguito della raccolta). Tale procedura permette di eliminare le parti di terreno residue sul fungo che non saranno particolarmente abbondanti se la raccolta avviene nei periodi secchi. In tal caso, è anche possibile evitare il lavaggio e procedere con lo strofinamento dei Pleurotus mediante un panno umido o in alternativa un pennello con setole rigide. A seguito della pulizia è di norma consigliato il taglio della parte del gambo contenente la radice, sempre con estrema delicatezza per evitare la rottura del fungo stesso.</span></p> <p><strong><span>Riassumiamo passo per passo</span></strong></p> <p><span>Lavare velocemente in acqua o inumidire un panno</span></p> <p><span>Rimuovere eventuale terra</span></p> <p><span>Strofinare delicatamente con il panno o un pennello</span></p> <p><span>Tagliare via la radice</span></p> <h2><span>Le ricette con funghi Oyster golden</span></h2> <p><span>Funghi Pleurotus Citrinopileatus trifolati</span></p> <p><span>La sua gradevole forma a orecchio o conchiglia lo rende estremamente indicato per rendere qualunque piatto piacevole anche all’occhio. I Pleurotus trifolati sono particolarmente indicati anche per chi segue alimentazioni vegetariane o dietetiche, garantendo un grande senso di sazietà nonostante il bassissimo apporto calorico. Questa ricetta consiglia il taglio del Pleurotus in pezzi non troppo piccoli e di lasciarli cuocere a bassa fiamma in una padella antiaderente insieme ad aglio, prezzemolo sminuzzato e olio (volendo è possibile l’aggiunta di un pizzico di sale). La procedura avviene così in maniera semplice mescolando di tanto in tanto e lasciando la cottura avvenire per 15 massimo 20 minuti.</span></p> <p><strong><span>Funghi Pleurotus Citrinopileatus gratinati</span></strong></p> <p><span>Alternativa alla trifolatura e di grande gusto è la soluzione dei funghi Pleurotus gratinati. In questa variante sono perfetti come contorno ed estremamente veloci e semplici da preparare. A differenza di altre specie, il Pleurotus non richiede l’asportazione della pellicina esterna e per questo, a seguito della pulizia dei residui terrosi, è possibile passarlo per la gratinatura sul pane secco o grattato. Per rendere ancora più profumato il piatto, è consigliato l’utilizzo di aglio e prezzemolo da mischiare all’impanatura e volendo salse di accompagnamento. Il risultato è gustoso e croccante, particolare e in grado di accontentare qualunque tipologia di palato.</span></p> <p><strong><span>Funghi Pleurotus Citrinopileatus gratinati</span></strong></p> <p><span>Alternativa alla trifolatura e di grande gusto è la soluzione dei funghi Pleurotus gratinati. In questa variante sono perfetti come contorno ed estremamente veloci e semplici da preparare. A differenza di altre specie, il Pleurotus non richiede l’asportazione della pellicina esterna e per questo, a seguito della pulizia dei residui terrosi, è possibile passarlo per la gratinatura sul pane secco o grattato. Per rendere ancora più profumato il piatto, è consigliato l’utilizzo di aglio e prezzemolo da mischiare all’impanatura e volendo salse di accompagnamento. Il risultato è gustoso e croccante, particolare e in grado di accontentare qualunque tipologia di palato.</span></p> <h2><strong><a href="https://www.youtube.com/watch?v=r10GqUKmSbc" target="_blank" class="btn btn-default" rel="noreferrer noopener">FUNGHI CRESCENTI SUL TUO PROPRIO SUBSTRATO VIDEO</a></strong></h2>
P 402 Y
Golden Oyster Mushroom Mycelium - Seeds (Pleurotus citrinopileatus)
  • Nuovo

Semi - Micelio dei Funghi Oyster Bianco (Pleurotus Citrinopileatus) 3 - 10

Semi - Micelio dei Funghi...

Prezzo 3,00 €
,
5/ 5
<h2><strong>Semi - Micelio dei Funghi Oyster Bianco (Pleurotus Citrinopileatus)</strong></h2> <h2><span style="color:#fb0101;"><strong>Prezzo per Pacchetto di 10 ml.</strong></span></h2> <p><span>Ghi  OAlimento genuino, ideale per chi deve limitare l’apporto calorico e non vuole rinunciare a ricette gratificanti. I funghi pleurotus citrinopileatus sono eccellenti come antipasto o perfino come portata principale.</span></p> <p><strong><span>Funghi Pleurotus citrinopileatus: proprietà, benefici, ricette</span></strong></p> <p><strong><span>L'ostrica <strong><em>Bianco </em></strong>, un fungo delicato e ricco di benefici</span></strong></p> <p><span>Detti anche "ostrica Bianca", i funghi Pleurotus citrinopileatus (di cui esiste una forma rosata dal nome Pleurotus Djamor) sono funghi Oyster, da sempre considerati un ricco alimento dotato di proprietà nutrienti e dall'eccellente sapore da unire con gustose pietanze. Esistono tre diversi varietà di questi funghi, i funghi Oyster classici, i funghi Oyster Bianco e funghi Oyster Rosa.</span></p> <p><span>Si narra che già gli antichi egizi li adoperassero per i piatti più importanti destinati al faraone, e che in oriente li usassero come antibiotico naturale per curare malattie stagionali per i loro effetti benefici. Il Pleurotus ha un sapore che lo distingue dalle altre specie fungine, è molto delicato e non copre ma arricchisce ed esalta i sapori.</span></p> <p><strong><span>Proprietà e benefici</span></strong></p> <p><span>I 5 benefici che non ti aspetti del fungo Pleurotus Citrinopileatus</span></p> <p><span>Proprietà anti-age</span></p> <p><span>Alimento anti-iperglicemico (abbassa il colesterolo)</span></p> <p><span>Aumenta le difese immunitarie</span></p> <p><span>Perfetto per diete dimagranti</span></p> <p><span>Favorisce la digestione</span></p> <p><span>La sua lunga tradizione lo vuole famoso non soltanto per le indiscusse qualità culinarie, ma anche per le proprietà che lo rendono un alimento perfetto come anti-iperglicemico, ideale quindi per chi soffre di diabete o per chi deve limitare l’apporto calorico e ridurre l’apporto di zuccheri nella propria dieta.</span></p> <p><span>Il Pleurotus è da sempre utilizzato nella cucina orientale, ricca di alimenti vegetali e testione di un grande benessere fisico derivante dall’alimentazione. Recenti studi sui Pleurotus ne confermano le capacità antiossidanti, rendendoli alleati fondamentali nella lotta ai malanni stagionali e alla prevenzione dell’invecchiamento del sistema immunitario. Inoltre, le benefiche proprietà dei Pleurotus agiscono velocemente sull’organismo e combattono l’innalzamento del colesterolo.</span></p> <p><strong><span>Valori nutrizionali e calorie</span></strong></p> <p><span>I funghi Pleurotus citrinopileatus sono un'importante fonte di antiossidanti. Numerosi studi hanno evidenziato le proprietà di riduzione del colesterolo cattivo e dell'abbassamento dei lipidi nel corpo.</span></p> <p><span>Sono ottimi per rafforzare il sistema immunitario e particolarmente indicati per le diete ipocaloriche grazie al basso contenuto di grassi e di trigliceridi. Contengono numerosi elementi come: una grande quantità di proteine, gli otto amminoacidi essenziali, le vitamine B1, B2, B3, B5, la vitamina C e la vitamina PP.</span></p> <p><strong><span>Valori nutrizionali e calorie</span></strong></p> <p><span>I funghi Pleurotus citrinopileatus sono un'importante fonte di antiossidanti. Numerosi studi hanno evidenziato le proprietà di riduzione del colesterolo cattivo e dell'abbassamento dei lipidi nel corpo.</span></p> <p><span>Sono ottimi per rafforzare il sistema immunitario e particolarmente indicati per le diete ipocaloriche grazie al basso contenuto di grassi e di trigliceridi. Contengono numerosi elementi come: una grande quantità di proteine, gli otto amminoacidi essenziali, le vitamine B1, B2, B3, B5, la vitamina C e la vitamina PP.</span></p> <p><strong><span>Come riconoscere i funghi Oyster Bianco</span></strong></p> <p><span>I funghi Oyster golden crescono in raggruppamenti, soprattutto nelle parti legnose. Sono infatti funghi di decadimento di legna: si possono trovare su legno duro come l'olmo.</span></p> <p><span>Il colore di questa specie tende al giallo brillante e presenta un cappello vellutato che va da 20-65 mm di diametro. La carne della polpa è sottile e Bianco, con un gusto delicato e senza un odore forte. Il gambo è cilindrico, di colore bianco, spesso curvo o piegato, ed è lungo circa 20-50 mm e spesso 2-8 mm. Le spore del fungo d'oro presentano una forma cilindrica o ellittica, liscia.</span></p> <p><span>I funghi d'ostriche d'oro sono alcuni dei funghi più coltivati, soprattutto in Cina, per la loro facilità di coltivazione e per il loro gusto raffinato.</span></p> <p><strong><span>Scheda di riconoscimento</span></strong></p> <p><span>Cappello: vellutato, 20-65 mm di diametro</span></p> <p><span>Gambo: cilindrico e curvo, bianco, 20-50 mm di lunghezza</span></p> <p><span>Colore: giallo acceso</span></p> <p><span>Gusto: delicato</span></p> <p><span>Ambiente: Legno duro</span></p> <p><span>Clima: umido</span></p> <p><strong><span>Coltivazione dei funghi Pleurotus citrinopileatus</span></strong></p> <p><span>La tradizione vuole il fungo Pleurotus coltivabile su substrati legnosi quali tronchi di albero abbattuto e in aree molto umide, preferibilmente dove la temperatura si attesta tra i 16 e i 20° senza particolari escursioni termiche. Una volta eseguita la semina occorrono circa due settimane perché i primi funghi Pleurotus spuntino. Essi vengono raccolti soltanto quando raggiungono la dimensione voluta della parte orecchiuta che va dai 20 ai 60 mm di diametro e quando la maturazione fa si che la colorazione del fungo e delle sue spore (che compaiono durante lo sviluppo sotto forma di polverina) diventi bianca. Una volta impiantati sono in grado di fruttificare per 4-5 anni mantenendo inalterate le proprietà che lo rendono famoso.</span></p> <p><strong><span>Origine</span></strong></p> <p><span>I funghi Pleurotus sono i più famosi funghi selvatici commestibili al mondo, originari della Russia orientale e delle regioni settentrionali della Cina e del Giappone, ora entrati a pieno titolo tra gli alimenti più diffusi e apprezzati anche nella cucina occidentale. Dai racconti e dalle leggende della tradizione orientale il nome del Pleurotus compare come palliativo ed efficace antibiotico naturale, utilizzato nella medicina alternativa, e soltanto in seguito divenne uno dei principali alimenti della cultura culinaria di quei paesi. Anche in Italia la coltivazione del Pleurotus vanta lunga tradizione, tanto da essere noto e riconosciuto con i nomi di gelone, orecchietta, ostricone, ma anche sbrisa e melina.</span></p> <p><strong><span>Come pulirli</span></strong></p> <p><span>Diversamente da altre tipologie di funghi, il Pleurotus può essere lavato velocemente con dell’acqua che evaporerà poi nella fase di cottura (questo se molto sporco a seguito della raccolta). Tale procedura permette di eliminare le parti di terreno residue sul fungo che non saranno particolarmente abbondanti se la raccolta avviene nei periodi secchi. In tal caso, è anche possibile evitare il lavaggio e procedere con lo strofinamento dei Pleurotus mediante un panno umido o in alternativa un pennello con setole rigide. A seguito della pulizia è di norma consigliato il taglio della parte del gambo contenente la radice, sempre con estrema delicatezza per evitare la rottura del fungo stesso.</span></p> <p><strong><span>Riassumiamo passo per passo</span></strong></p> <p><span>Lavare velocemente in acqua o inumidire un panno</span></p> <p><span>Rimuovere eventuale terra</span></p> <p><span>Strofinare delicatamente con il panno o un pennello</span></p> <p><span>Tagliare via la radice</span></p> <p><strong><span>Le ricette con funghi Oyster Bianco</span></strong></p> <p><strong><span>Funghi Pleurotus Citrinopileatus trifolati</span></strong></p> <p><span>La sua gradevole forma a orecchio o conchiglia lo rende estremamente indicato per rendere qualunque piatto piacevole anche all’occhio. I Pleurotus trifolati sono particolarmente indicati anche per chi segue alimentazioni vegetariane o dietetiche, garantendo un grande senso di sazietà nonostante il bassissimo apporto calorico. Questa ricetta consiglia il taglio del Pleurotus in pezzi non troppo piccoli e di lasciarli cuocere a bassa fiamma in una padella antiaderente insieme ad aglio, prezzemolo sminuzzato e olio (volendo è possibile l’aggiunta di un pizzico di sale). La procedura avviene così in maniera semplice mescolando di tanto in tanto e lasciando la cottura avvenire per 15 massimo 20 minuti.</span></p> <p><strong><span>Funghi Pleurotus Citrinopileatus gratinati</span></strong></p> <p><span>Alternativa alla trifolatura e di grande gusto è la soluzione dei funghi Pleurotus gratinati. In questa variante sono perfetti come contorno ed estremamente veloci e semplici da preparare. A differenza di altre specie, il Pleurotus non richiede l’asportazione della pellicina esterna e per questo, a seguito della pulizia dei residui terrosi, è possibile passarlo per la gratinatura sul pane secco o grattato. Per rendere ancora più profumato il piatto, è consigliato l’utilizzo di aglio e prezzemolo da mischiare all’impanatura e volendo salse di accompagnamento. Il risultato è gustoso e croccante, particolare e in grado di accontentare qualunque tipologia di palato.</span></p> <p><strong><span>Funghi Pleurotus Citrinopileatus gratinati</span></strong></p> <p><span>Alternativa alla trifolatura e di grande gusto è la soluzione dei funghi Pleurotus gratinati. In questa variante sono perfetti come contorno ed estremamente veloci e semplici da preparare. A differenza di altre specie, il Pleurotus non richiede l’asportazione della pellicina esterna e per questo, a seguito della pulizia dei residui terrosi, è possibile passarlo per la gratinatura sul pane secco o grattato. Per rendere ancora più profumato il piatto, è consigliato l’utilizzo di aglio e prezzemolo da mischiare all’impanatura e volendo salse di accompagnamento. Il risultato è gustoso e croccante, particolare e in grado di accontentare qualunque tipologia di palato.</span></p> <h2><strong><a href="https://www.youtube.com/watch?v=r10GqUKmSbc" target="_blank" class="btn btn-default" rel="noreferrer noopener">Funghi crescenti sul tuo proprio substrato VIDEO</a><br /></strong></h2> <p><span> </span></p>
P 402 W
Semi - Micelio dei Funghi Oyster Bianco (Pleurotus Citrinopileatus) 3 - 10
  • Nuovo

Semi - Micelio - Reishi - FUNGHI DI IMMORTALITÀ (Ganoderma lucidum)

Semi, Micelio, Reishi,...

Prezzo 5,00 €
,
5/ 5
<h2><strong>Semi, Micelio, Reishi, Funghi Di Immortalità (Ganoderma lucidum)</strong></h2> <h2><span style="color:#ff0000;"><strong>Prezzo per Pacchetto di 10 Tassello / spina.</strong></span></h2> <p><span>Ganoderma lucidum (Curtis) P. Karst., Revue mycol., Toulouse 3(no. 9): 17 (1881)., è un fungo parassita oppure saprofita che predilige il legno di quercia o castagno; è conosciuto in Cina per le sue proprietà officinali, in quanto, secondo alcuni, conterrebbe principi attivi in grado di regolare il livello di colesterolo, la glicemia e di agire positivamente sull'aritmia cardiaca.</span></p> <p><span>In Cina è conosciuto col nome di Ling zhi mentre in Giappone con l'appellativo di Reishi.</span></p> <p><strong><span>Descrizione della specie</span></strong></p> <p><strong><span>Cappello</span></strong></p> <p><span>Del diametro fino a 15 cm, circolare, reniforme o a ventaglio, con gambo verticale od obliquo, superficie lucida-laccata oppure opaca in età molto avanzata, color bruno-rossastra, con orlo del cappello giallastro, spesso con striature concentriche che gli conferiscono un aspetto zonato.</span></p> <p><strong><span>Tubuli</span></strong></p> <p><span>Corti, alti 10-20 mm, bianchi e poi giallastri.</span></p> <p><strong><span>Pori</span></strong></p> <p><span>Piccoli, con diametro di 0,2-0,3 mm, in numero di 4-5 per mm, rotondi-irregolari, bianco-giallastri.</span></p> <p><strong><span>Gambo</span></strong></p> <p><span>Quasi sempre eccentrico, concolore al cappello o più scuro, di dimensione variabile 15-30 cm, noduloso, lucido, raramente assente.</span></p> <p><strong><span>Carne</span></strong></p> <p><span>Elastica, poi coriacea, legnosa ma non troppo, quasi rugginosa.</span></p> <p><span>Odore: leggero, gradevole, di tannino.</span></p> <p><span>Sapore: legnoso, tannico.</span></p> <p><span>In età avanzata può essere soggetto all'attacco di tarli che lo riducono praticamente in polvere.</span></p> <p><strong><span>Microscopia</span></strong></p> <p><span>Spore</span></p> <p><span>Brunastre in massa, ovoidali, con l'apice tronco, verrucose, 9-11,5 x 6-9 µm.</span></p> <p><span>Basidi</span></p> <p><span>claviformi, tetrasporici.</span></p> <p><strong><span>Habitat</span></strong></p> <p><span>Fungo saprofita, cresce in primavera inoltrata, estate ed autunno, su ceppi di latifoglie specialmente di quercia e di castagno, talvolta anche di olivo.</span></p> <p><strong><span>Commestibilità</span></strong></p> <p><span>il fungo non risulta essere immediatamente commestibile: agli scopi di cura, infatti, si utilizza una polvere essiccata.</span></p> <p><strong><span>Biochimica</span></strong></p> <p><span>Il G. lucidum produce un gruppo di triterpeni chiamati acidi ganoderici, che hanno una struttura molecolare simile agli ormoni steroidi.[3] e contiene altri composti presenti spesso nei funghi, quali polisaccaridi (β-glucano), cumarina[4], mannitolo e alcaloidi.</span></p> <p><strong><span>Medicina</span></strong></p> <p><span>In Cina e in Giappone viene coltivato sin dall'antichità, essiccato e poi ridotto in polvere; è adoperato per la preparazione di decotti, unguenti, liquori oppure viene semplicemente trasformato in compresse; secondo la tradizione, possiederebbe proprietà officinali.</span></p> <p><span>Alcuni studi in vitro hanno evidenziato, preliminarmente, un possibile ruolo dei triterpeni fungini di tipo anti-infiammatorio e di tipo citotossico oncologico.</span></p> <p><strong><span>Etimologia</span></strong></p> <p><span>Dal latino lucidum, lucido, per il suo aspetto lucido, brillante, quasi laccato.</span></p> <p><span> </span></p>
P 407
Semi - Micelio - Reishi - FUNGHI DI IMMORTALITÀ (Ganoderma lucidum)
  • Nuovo

Diventa il nostro fornitore di semi Seeds Gallery - 1

Diventa il nostro fornitore...

Prezzo 0,00 €
,
5/ 5
<!DOCTYPE html> <html> <head> <meta http-equiv="Content-Type" content="text/html; charset=UTF-8" /> </head> <body> <h2><strong>Diventa il nostro fornitore di semi</strong></h2> <h2><strong>Cosa serve per diventare il nostro fornitore di sementi?</strong></h2> <p>Per diventare nostro fornitore, devi avere un video e le immagini dei frutti delle piante che ci offri, con i tuoi dati personali e una data sulla carta che saranno chiaramente visibili (con il tuo nome e indirizzo email che usi per PayPal ).</p> <p>Se si tratta di un vegetale (pomodoro, pepe, cetriolo ...) devi conoscere il nome esatto della varietà, perché se usi un altro nome e non riusciamo a trovare le informazioni su Internet, allora non siamo interessati a quelli semi.</p> <p>Dovrai inviarci una quantità minore di seme (20) in modo da poter eseguire i test di germinazione dei semi. Successivamente, possiamo organizzare un ulteriore acquisto del seme da voi.</p> <p>Non siamo interessati ai fornitori provenienti da Cina, Indonesia ...</p> <p>Effettuiamo pagamenti esclusivamente tramite PayPal (non esiste altra opzione di pagamento).</p> </body> </html>
Diventa il nostro fornitore di semi Seeds Gallery - 1
  • Nuovo